United Borgoricco Campetra Ssdarl
Seguici:

United Borgoricco Campetra

Tanto dal nome, United Borgoricco Campetra, quanto dal nuovo logo, si evincono storia, provenienza e composizione del nuovo sodalizio calcistico.

Due importanti fusioni, datate luglio 2020 e febbraio 2021, avvenute in origine tra la prima squadra del Campetra ed il settore giovanile della Virtus Agredo Savio – unitesi sotto il nome di United Padova 1924 – e più recentemente con l’USD Borgoricco, danno vita allo United Borgoricco Campetra.

Partecipano inoltre al progetto del Settore Giovanile il Savio 1971 e la Nuova Loreggia.

Una Prima Squadra che ripartirà dall’Eccellenza, portata in dote dal Borgoricco, per puntare ancora più in alto, ed un Settore Giovanile, che conta oggi più di 300 tesserati e che, integrando le rose della passata stagione, si presenterà ai blocchi di partenza dei campionati regionali 2021/2022 con le tre categorie agonistiche (Juniores, Allievi e Giovanissimi, tutti regionali).

Sotto, a costituire una solida base per il futuro del calcio giovanile nel nostro territorio, una Scuola Calcio Élite capace di proporre qualità a tutta la nostra attività di base, che da settembre 2021 ripartirà con i più piccoli, i nati dal 2009 al 2016.

Tre anime che si fondono per dare vita ad una società giovane ed ambiziosa, che affonda le proprie radici – comuni ed ora condivise – nella storia di tre realtà importanti già prima di questa nuova Unione.

Proviamo a raccontarle, queste tre storie, partendo da quella più antica, quella del Campetra, che nel 2024 festeggerà il Centenario dalla propria nascita, datata 1924

CAMPETRA

La Polisportiva Campetra avvia la propria attività nel 1913.

Tra i documenti ufficiali esiste uno Statuto datato 1924, alcuni cartellini di proprietà dei giocatori del 1927 e lo statuto della trasformazione della società in s.r.l., del 1978.

L’attività sportiva è sempre stata svolta con continuità, se si eccettua una parentesi durante la guerra.

La prima squadra ha quasi sempre militato nei campionati di Prima Categoria, con una sola parentesi in Seconda, stagione 81/82, con risalita in Prima e nuova scalata verso la Promozione, nella stagione 90/91.

Il primo terreno di gioco, datato 1918, sorgeva in via Trento e Trieste; fu poi spostato nel 1924 in via San Giacomo. L’impianto sportivo dove giocava il Campetra fino ai primi anni ’90, il mitico e tutt’ora esistente ‘Varrati’, costruito nel 1947, sul terreno del Comune, laddove esistevano grandi cave di sabbia.

Infine l’approdo allo stadio attuale, per diversi anni rimasto senza nome, sino a quando, nel 2008, lo storico presidente Gastone Stocco, con una cerimonia ufficiale lo intitolò ad Emanuele Mason, 24enne tragicamente scomparso a causa di un terribile incidente stradale: un ragazzo cresciuto nel settore giovanile del Campetra, sino a diventare un titolare della prima squadra.

Il geometra Gastone Stocco rappresenta oltre 50 anni di storia del Campetra.

Vi entra nel 1957 e con sacrificio, costanza e passione arriva a ricoprire tutte le cariche sociali, sino alla presidenza, nel 1967.

Dopo una breve separazione dal club agli inizi degli anni ’80 – per 5 anni fa anche il presidente della vicina polisportiva Loreggia – nel 1985 Stocco torna a Camposampiero, con la carica di Direttore Generale.

Dopo altri 10 anni è di nuovo Presidente, incarico che mantiene fino alla stagione 2010/11. È poi rimasto in società fino al 2016, come tesoriere e come presidente onorario.

Diversi sono stati i giocatori che, nati o cresciuti nel settore giovanile del Campetra, sono poi approdati al professionismo: i più celebri – Giuseppe Cosma ed il già citato Gianfranco Bellotto – fino alla serie A.

E poi Gianni Benasciutti, fermatosi alla serie cadetta, e ancora Francesco Rettore, Paolo Biasin, Paolo Prisco, Alberto Rigo, tutti distintisi nel semi-professionismo della serie C.

Semi-professionismo raggiunto e toccato con mano anche da Alberto Marcato e Angelo Torresin nati e cresciuti nel territorio.

Una citazione del tutto particolare per un altro dirigente che ha dato tanto al Campetra ed allo sviluppo del suo settore giovanile: parliamo di Roberto ’Bobo’ Ballan, una vera bandiera, rispettato ed amato da tutta la comunità per la passione cristallina verso il calcio ed i giovani protagonisti che lo contraddistingueva.

Scomparso prematuramente nel 2013, ‘Bobo’, a detta di chiunque gli sia stato amico, compagno o allievo, resterà nel cuore di chiunque abbia attraversato la storia, passate e recente, della nostra società.

Negli ultimi anni, dal 2015 sino alla prima stagione contraddistinta dal Covid, 2019/2020, il Campetra del presidente Oriano Squizzato, milita per lo più in prima categoria, senza infamia e senza lode. Con la sensazione, diffusa in paese, anche tra le Vecchie Glorie biancorosse, che il settore giovanile dovesse tornare ad avere uno spazio ed un ruolo da protagonista.

Si giunge così a luglio 2020, storia recentissima: Massimo Poliero diventa il nuovo presidente dello United Padova CSA 1924, dando un nuovo nome alla società, con un progetto che vuole proiettare le proprie ambizioni nel futuro, con una prima squadra che possa essere protagonista nelle prossime stagioni ed un settore giovanile che sappia tornare a valorizzare i giovani del territorio, tramite una proposta tecnica sempre più qualitativa che punta ad una nuova, fattiva cooperazione con le società dell’area che fa capo all’Unione dei Comuni del Camposampierese: il calcio potrà così trasformarsi in un ulteriore terreno di iniziative e di collaborazione comuni.

Il 2024, anno in cui si festeggeranno i 100 anni dalla fondazione del glorioso Campetra, non è più così lontano: il desiderio di tutti è di poterlo festeggiare con una realtà societaria solida, in costante crescita, espressione di un territorio che ha mezzi ed opportunità per essere protagonista della scena calcistica regionale.

BORGORICCO

La storia di questa società è la storia di tre frazioni, divise tra di loro e ognuna fiera ed orgogliosa della propria squadra di calcio: BORGORICCO, SAN MICHELE e SANT’EUFEMIA.

La prima società a nascere è la Polisportiva San Michele che viene iscritta alla Figc il 30 luglio 1973 da 15 membri del consiglio direttivo; colore sociale: viola. 

Nel 1977 nasce invece la Polisportiva Borgoricco, che ha come presidente Bugin Mario. Oltre alla prima squadra iscritta alla terza categoria, viene iscritta anche una squadra Under 20 e una Under 23; colori sociali: giallo-blu. 

Ultimo è il S. Eufemia, che nasce ufficialmente nel 1984 con una squadra di Giovanissimi.

Nel 1986/87 dalla fusione tra Borgoricco e S. Eufemia nasce l’U.S. BORGORICCO.

Nel frattempo a S. Michele viene creata una leggendaria squadra di calcio femminile con Umberto Imbimbo come presidente. La squadra nasce nel 1981, gioca per qualche anno nel campionato provinciale del CSI e nel 1983, dopo la vittoria del campionato, approdano in serie D dove giocheranno per un paio d’anni raggiungendo la promozione in serie C nel 1985; dopo un anno “strepitoso” arriva la promozione in serie B, un traguardo importante per la squadra . Il girone vede le ragazze di San Michele scontrarsi con squadre di tutto il nord Italia: Milano, Trento, Alassio, Peschiera etc. Purtroppo, pur riuscendo a salvarsi, a fine campionato, nel 1987, la squadra è costretta a ritirarsi.

Finalmente il 16 luglio 1993 viene fondata l’U.S.D. BORGORICCO, matricola 81742, nata appunto dalla fusione dell’U.S. BORGORICCO – S. EUFEMIA con la POLISPORTIVA SAN MICHELE. Il primo presidente è Gianpaolo Vecchiato; colori sociali: azzurro-giallo-rosso.

La nuova Società può contare ben tre campi da calcio parrocchiali e vuole sviluppare un settore giovanile il più possibile completo grazie all’impegno del presidente Vecchiato, coordinato dallo storico segretario Roberto Bortolato, e degli innumerevoli dirigenti accompagnatori e aiutanti che insieme hanno fatto la storia della Società.

Nel 1999 viene inaugurato lo stadio, oggi intitolato a “Gianpaolo Vecchiato”, con un’amichevole d’eccezione, contro il Venezia di Walter Novellino, protagonista di una memorabile salvezza in serie A per mezzo della coppia Maniero-Recoba.

Nel frattempo lo stesso Gianpaolo Vecchiato è presidente anche della squadra di calcio a 5 del Borgoricco, che nasce nel 2002 ed arriva a disputare la serie C2.

La prima squadra naviga sempre tra seconda e terza categoria fino al primo passaggio in prima categoria nel 2003 con la vittoria dello spareggio Playoff contro il S.Stino Livenza per 2-0 con reti di Coletto Alberto e Nalesso Simone. 

Dopo una breve parentesi con un cambio di presidente (Marchetti), la società continua a crescere.

Il settore giovanile aumenta numericamente e iniziano le affiliazioni con il Cittadella Calcio negli anni della prima promozione in serie B dei granata di Glerean.

Nel 2004 il Borgoricco arriva a disputare per la prima volta un campionato regionale con la categoria Juniores, guidata da Davide Minotti, categoria che difenderà con il coltello tra i denti, raggiungendo posizioni inaspettate sotto la guida di mister Coppetta prima e soprattutto mister Gibellato poi, contro formazioni molto più attrezzate.

Nello stesso anno però la prima squadra retrocede in seconda categoria.

2005 che vede il ritorno in prima categoria per mezzo della fusione col Bus.Mar per l’acquisizione del titolo, e l’inizio dell’epoca Coppetta, dove, nella seconda parte di gestione (2009 e 2010), viene più volte sfiorato il passaggio in Promozione, con una rosa imbottita di giocatori nati nel comune di Borgoricco.

Nella stagione 2009/10 inoltre la formazione Juniores guidata da Mr. Molinari conquista uno storico terzo posto nel campionato regionale.

Anno 2012 che segna l’avvento in panchina della prima squadra di mister Ferrulli con Gianni Beccaro come direttore sportivo, ma che viene nuovamente fermata ai playoff contro il Campetra.

La società viene scossa per la tragica scomparsa del presidente tuttofare Gianpaolo Vecchiato, che viene a mancare improvvisamente in una domenica mattina di aprile.

Nonostante la sensazione di vuoto accusata, la società si rimbocca le maniche ed affida le redini al vicepresidente Tramarin, che dopo aver concluso la stagione 2012, riparte con una politica ben chiara: ripartire dai giovani e dal progetto che Gianni aveva in mente e si affida ad alcuni volti nuovi per organizzare nuovamente la società. Arriva infatti il primo responsabile del settore giovanile, Ivan Levorato, che ha pianificato la riorganizzazione delle formazioni giovanili dell’USD Borgoricco. I numeri aumentano e si inizia a lavorare ancora di più sulla qualità, puntando su allenatori ancora più preparati. Per far questo viene inserito un altro collaboratore, che darà un’ulteriore spinta al settore giovanile: Edi Calabresi, che si occupa della gestione tecnica degli allenatori e della programmazione degli allenamenti. Viene istituita una segreteria, fatto girare un pulmino, creato un sito internet.

Stagione 2013/14 che rimane negli annali. La prima squadra di Ferrulli, dopo quasi un campionato intero in testa alla classifica, viene superata nelle ultime giornate dal Maerne perdendo lo scontro diretto fuori casa alla penultima giornata. Ma si rifà sconfiggendo tutte le avversarie ai playoff e vincendo la finale contro il Concordia Fonte ai supplementari, con gol di Stefano Tono e Francesco Bano. Si tratta della prima storica volta in Promozione per la società.

Il primo anno di Promozione la squadra raggiunge una salvezza tranquilla, e si salva anche la Juniores che nel frattempo era appena tornata a disputare un campionato regionale. La vera notizia dell’anno 2014 è però riservata al settore giovanile, dove il lavoro dei responsabili del settore giovanile portano la società ad essere riconosciuta come Scuola Calcio Elite, un riconoscimento riservato soltanto a pochissime società del padovano.

La scuola calcio si scontra settimanalmente con le altre Scuole Calcio Elite del territorio, i tecnici sono tutti qualificati e patentati, vengono fatte mensilmente riunioni di formazioni per allenatori, ragazzi, genitori e accompagnatori. Le squadre di piccoli amici, primi calci e pulcini giocano settimanalmente allo stadio. Il sogno del presidente Gianni Vecchiato si è avverato davvero.

Ma le soddisfazioni non finiscono qui, perché al secondo anno di Promozione, la squadra di mister Ferrulli compie l’ennesimo salto. Questa volta vince il campionato con tre giornate di anticipo e approda in Eccellenza, sorprendendo tutti e regalando una gioia inaudita alla società.

L’anno successivo, il 2016 vede la conferma dell’attribuzione del titolo di Scuola Calcio Elite, con l’addio di Levorato e la promozione di Alberto Marcato come responsabile dell’attività di base. La società raggiunge il numero massimo di squadre mai avute finora: ben 14 compresa la prima squadra. Con quest’ultima in Eccellenza e la juniores regionale.

Nel 2017 gli allievi di mister Walter Giacomini, nonostante la sconfitta ai rigori nella finale provinciale, conquistano la categoria regionale per la prima volta nella storia.

La stagione 2018/19 ha segnato invece una svolta per il Calcio Borgoricco in quanto dopo ben 7 lunghi anni di successi e soddisfazioni è terminato il rapporto con Mister Ferrulli, sostituito da Mister Bertan, proveniente dalla Godigese; oltre a ciò bisogna sottolineare anche l’addio di Capitan Masiero, uno degli ultimi superstiti della cavalcata dalla Prima Categoria all’Eccellenza. 

Anche per il settore giovanile ci sono stati importanti cambiamenti in quanto lo storico responsabile della Scuola Calcio Edi Calabresi è stato sostituito da Mister Fabio Piazza proveniente, tra le altre, da Udinese e Venezia.

Nella stagione 2019/20 abbiamo dato il benvenuto ad un nuovo responsabile della Scuola Calcio e dell’Attività di Base, il Dott. Nicola Carraro, mister e Psicologo dello Sport ed abbiamo salutato una delle figure che maggiormente hanno spinto l’evoluzione del Settore Giovanile del Calcio Borgoricco, Alberto Marcato, al quale la Società fa i più sentiti ringraziamenti!!

Inoltre per la prima volta nella storia della società i giovanissimi hanno ottenuto il titolo regionale.

Arriva la Fusione, la nascita dello United Borgoricco Campetra 1924: un nuovo futuro, tutto da scrivere.

Tutto quel che è stato storia del Borgoricco Calcio non potrà mai essere dimenticato, da tutti coloro che a vario titolo vi hanno partecipato e l’hanno resa possibile.

La voglia di stupire e di crescere è ancora tanta.

Uniti, United.

VIRTUS AGREDO (SAVIO)

La Virtus Agredo ha senz’altro una storia molto più recente rispetto a quella di Borgoricco e Campetra.

Nata dalle ceneri dell’Unione Loreggiana nel 2012, la Virtus Agredo nel 2015 unisce il proprio comparto giovanile a quello del San Domenico Savio, sebbene le prime squadre restino divise.

Un lustro di vita o poco più, perché nel luglio del 2020 Virtsu Agredo decide di entrare a far parte del Progetto United, andando a costituirne la base, nel vero senso della parola, ovvero il Settore Giovanile.

Circa 250 giovani tesserati che nel corso dei suoi 5 anni di vita la Virtus ha saputo dapprima riunire sotto uno stesso tetto, per poi farli crescere e giocare. Arrivando, nella stagione pre-Covid 2018/2019, ad iscrivere tutte e 3 le categorie agonistiche – juniores, allievi e giovanissimi, ai campionati regionali.

Dietro le quinte del progetto giovanile della Virtus Agredo alcuni dirigenti e volontari che ci hanno sempre creduto: Marco Zanchin, Michele Basso, Giuseppe Callegarin, Giacomo Furlan.

La fusione, compresa quella delle due prime squadre questa volta, avvenuta nel 2019, tra Virtus Agredo e San Domenico Savio, può essere considerata, a posteriori, quasi una ‘sorella maggiore’ di quella realizzatasi un anno dopo tra Virtus e Campetra. Medesimi gli obiettivi: unirsi per diventare più forti, unirsi per assicurare un domani di qualità ai  giovani, unirsi per poter rappresentare un Territorio. Non più, e non solo, campanili avversi.

Un anno dopo, e siamo ad oggi, il Nuovo Settore Giovanile dello United Borgoricco Campetra vede crescere di già la propria base.

La missione, d’ora in avanti, è quella di attivare le giuste sinergie tra le diverse anime che compongono la neonata società sportiva, al fine di mettere al servizio dei tesserati dello United una Scuola Calcio Élite – di nome e di fatto – capace di sviluppare il Talento dei nostri giovani.

Let’s stay United!

Main sponsor

Contatti

SEGRETERIA BORGORICCO: 3923354205
SEGRETERIA LOREGGIA: 3339097767
segreteria@unitedbc1924.it
info@unitedbc1924.it

© 2022 | United Borgoricco Campetra S.s.d.a.r.l.

Via Corso 33/A | Impianti Sportivi E. Mason | 35012 Camposampiero (PD) | P. IVA IT00192080281 – Matr. 953660

Sede Borgoricco: Campo Parrocchiale via Fratta – 35010 Borgoricco (PD)

Sede Loreggia: Stadio Comunale via dello Sport – 35010 Loreggia (PD)