United Borgoricco Campetra Ssdarl
Seguici:

Società affiliata

La storia dell’Atalanta B.C.

1907

È una sera d’autunno del 1907 quando cinque ragazzi, tutti intorno ai vent’anni, si ritrovano seduti al tavolo del ristorante Correggi per dare vita ad una nuova società sportiva: i fratelli Gino e Ferruccio Amati, Eugenio Urio, Giovanni Roberti e Alessandro Forlini, questi i nomi dei quei ragazzi, sono i “padri fondatori” di quella che oggi è conosciuta, in Italia e a livello internazionale, come Atalanta Bergamasca Calcio. La data di nascita ufficiale è il 17 ottobre 1907.

1920

Il 4 aprile si concretizza la fusione con la Bergamasca, il Presidente è Enrico Luchsinger; la nuova divisa è inizialmente a quarti e ha come colori il nero portato dall’Atalanta e l’azzurro della Bergamasca.

1932-1933

La Federcalcio decide l’allargamento a due gironi di Serie B. L’Atalanta, nonostante la retrocessione, viene riammessa nel campionato cadetto.

1937

Il 16 maggio l’Atalanta, per la prima volta nella sua storia, è promossa in Serie A; la squadra è formata per 7/11 da calciatori bergamaschi. L’ultima partita giocata è un successo: vittoria 3-1 contro il Brescia.

1940

Il 9 giugno l’Atalanta pareggia 1-1 a Lodi e, dopo un’entusiasmante cavalcata, ottiene la promozione in Serie A, in cui rimarrà fino al 1958.

1948

Il 24 ottobre l’Atalanta viene ricevuta da Papa Pio XII a Castel Gandolfo, è la prima volta che accade nella sua storia. Ne succederanno altre tre: con Papa Giovanni XXIII, con Papa Wojtyla e l’udienza di Papa Giovanni Paolo II.

1949

Il 17 luglio la Dea vince il suo primo scudetto a livello giovanile.

1951

Durante questa stagione Hans Jeppson viene venduto al Napoli per 105 milioni: è il primo giocatore del campionato italiano pagato più di 100 milioni.

1957-1958

Nell’anno del cinquantenario, l’Atalanta viene retrocessa per responsabilità oggettiva in illecito sportivo; quasi un anno dopo, il 3 novembre 1959, il Club bergamasco sarà assolto per “non aver commesso il fatto”.

1959

Il 7 giugno l’Atalanta riconquista subito la Serie A, vincendo il campionato. A fine stagione, disputa il suo primo Torneo Internazionale, la Coppa dell’Amicizia, sconfiggendo il Le Havre per 3-2 in terra francese.

1960-1961

Dal Brescia arriva Mino Favini, che dall’inizio degli anni ’90 farà le fortune del settore giovanile atalantino. Il Comunale è il primo campo in cui vengono introdotti i teli di plastica per proteggerlo da gelo e neve.

1961-1962

Vengono gettate le basi per lo sviluppo del settore giovanile destinato a crescere di anno in anno sino a diventare uno vero e proprio fiore all’occhiello per l’Atalanta. L’ingegner Tentorio affida la gestione del vivaio atalantino al dottor Brolis.

1963

Il 2 giugno 1963 l’Atalanta alza al cielo la Coppa Italia. In finale sconfigge il Torino grazie a una tripletta del bergamasco Domenghini. Il risultato al triplice fischio è di 3-1, la partita si gioca a San Siro. Pizzaballa, Pesenti, Nodari, Veneri, Gardoni, Colombo, Domenghini, Nielsen, Calvanese, Mereghetti, Magistelli: questa la storica formazione atalantina!

1966

Il 27 febbraio l’iniziativa d’ingresso gratuito allo stadio, valida per gli studenti, è la premessa per un tifo organizzato. In seguito viene lanciato il “Club Amici dell’Atalanta”, che in un soli due mesi raggiungerà i 14.000 soci.

1971

Il 21 febbraio Antonio Percassi, non ancora 18enne, esordisce con la maglia dell’Atalanta, in una stagione che culmina con la promozione in Seria A e con il record d’imbattibilità di Anzolin (789 minuti).

1984

Il 27 maggio la squadra allenata da Sonetti batte 3-1 il Varese e conquista la promozione in Serie A. Pacione è capocannoniere con 15 goal e l’Atalanta vince la Serie B con una striscia di risultati positivi di 24 gare.

1988

Il 20 aprile la squadra nerazzurra guidata da Mondonico, disputa la semifinale di ritorno di Coppa delle Coppe, nella quale viene eliminata di misura dal Malines; in campionato arriva la promozione, che le garantisce il ritorno in Serie A.

1990

Il 2 novembre Antonio Percassi è il nuovo Presidente dell’Atalanta. La proprietà investe sullo stadio, riqualificando la Tribuna di viale Giulio Cesare.

1990-1991

La Dea, che annovera campioni come Caniggia, Stromberg, Evair, arriva ai quarti di Coppa Uefa, nei quali viene eliminata dall’Inter. A livello societario finisce l’Era Bortolotti e inizia la prima presidenza di Antonio Percassi.

2003-2004

Gli scandali dei bilanci e delle fideiussioni portano la Serie B a 24 squadre. L’Atalanta, che ha salutato il suo capitano Carrera, fa il pronto ritorno in Serie A. Viene ampliato il centro sportivo di Zingonia.

2007

Il 17 ottobre l’Atalanta festeggia il centenario della propria fondazione. Durante la stagione riesce a mantenersi sempre nella zona medio-alta della classifica, togliendosi la soddisfazione di battere 5-1 i rivali storici del Napoli

2010

Il 4 giugno Antonio Percassi acquista l’Atalanta e diventa Presidente. Con Colantuono alla guida, la squadra si aggiudica il campionato cadetto per la quinta volta nella storia, ottenendo la tredicesima promozione in Serie A.

2012-2013

Durante l’estate, l’Atalanta centra uno storico record: quattro calciatori (Consigli, Peluso, Schelotto e Gabbiadini) sono convocati dal CT della nazionale Prandelli per disputare l’amichevole contro l’Inghilterra.

2014

Il 2 marzo l’Atalanta vince 2-1 in casa contro il ChievoVerona e inizia la striscia record di sei vittorie consecutive in Serie A, concludendo poi il campionato a 50 punti.

2016-2017

La squadra allenata da Gasperini, e trascinata da Gomez, si classifica quarta in campionato con 72 punti (entrambi record per la Società). È la prima squadra lombarda a precedere Milan e Inter nella classifica finale.

2017

Il 17 ottobre 2017, coincidenza vuole proprio nel giorno del suo 110° compleanno, lo stadio di Bergamo è ufficialmente di proprietà dell’Atalanta che lo ha acquistato dal Comune di Bergamo attraverso la controllata “Stadio Atalanta Srl”.

(tratto dal sito ufficiale www.Atalanta.it)

 

Ormai siamo arrivati alla storia recente di questo glorioso Club, che ormai tutti conosciamo…una serie di successi inimmaginabili che hanno portato l’Atalanta B.C. ad essere un modello da imitare e con il quale lo United Borgoricco Campetra è estremamente orgoglioso di essere affiliato!

Main sponsor

Contatti

SEGRETERIA: 3923354205 / 3339097767
ORARI: MAR-GIOV   18:00-20:00
           MER-VEN     17:30-19:30
segreteria@unitedbc1924.it
info@unitedbc1924.it
unitedbc1924@pec.it

© 2022 | United Borgoricco Campetra S.s.d.a.r.l.

Via Corso 33/A | Impianti Sportivi E. Mason | 35012 Camposampiero (PD) | P. IVA IT00192080281 - Matr. 953660